Lettori fissi

giovedì 13 novembre 2014

TAG...ghiamo!


Ciao ragazze!

Innanzitutto mi presento: io sono Sara ed oggi tocca a me tenervi un pò di compagnia.
Prima di passare al nostro argomento preferito, lo scrap, vi voglio confessare che sono davvero emozionatissima!!! Questo, infatti, per me, è il primo post come DT del blog e spero tanto di fare una bella figura con voi che mi leggete e di non annoiarvi. Quando Melissa e le altre ragazze mi hanno scelta per entrare in questo gruppo meraviglioso mi sono sentita onoratissima e non vedevo l'ora di iniziare...e adesso...eccomi qui!!! Pronte?! Si parte!!!

In questo pomeriggio nuvoloso (almeno in provincia di Roma lo è!), partiamo con il primo tutorial del blog: costruiremo insieme una tag... Ma non vi preoccupate, sarà un lavoretto veloce e semplicissimo!!! Io ho scelto di farla a tema "primavera"...lo so, lo so...sono in netto anticipo, ma odio l'inverno con il freddo ed il maltempo!!!
Vi elenco, innanzitutto, i materiali che ci occorrono:
- un pezzettino di carta per acquerello che sarà la base della tag (la dimensione è a vostro
   piacimento);
- tamponi Distress Ink dei colori che preferite e blending tool;
- inchiostro, polvere per embossare ed embosser;
- un timbro da usare come sfondo (io ne ho scelto uno in legno della Stamperia);
- dei punch con della carta in tinta con i Distress oppure un timbro con inchiostro a contrasto.



Vi siete procurate tutto l'occorrente? Benissimo, possiamo iniziare.

Per questo tipo di lavorazione vi consiglio di coprire il piano da lavoro con un foglio di carta di riciclo per evitare di sporcare. Prendiamo il pezzo di carta per acquerello e, seguendo esclusivamente la nostra fantasia, iniziamo a sporcarlo con i Distress, aiutandoci con il blending tool (io come primo colore ho passato il "Rusty Hinge").


Continuiamo a passare gli altri colori che abbiamo scelto (nel mio caso il Broken China ed il Victorian Velvet) fino a coprire tutti gli spazi bianchi. Per dare un effetto invecchiato, ho passato tra un colore e l'altro un pò di "Frayed Burlap"...un verde oliva che mi piace davvero molto.


A questo punto ho spruzzato qualche goccia d'acqua sul foglio...

                                  

...e, successivamente, ho passato uno straccetto di cotone per eliminare quella in eccesso... I Distress reagiscono all'acqua e, tamponando con lo straccetto, si sono create delle macchioline sul nostro sfondo.


A questo punto ho invecchiato i bordi con il "Gathered Twigs" sempre aiutandomi con il blending tool...


A questo punto la nostra base è pronta. Passiamo alla decorazione.Ho preso il timbro che ho scelto, l'ho inchiostrato con un tampone trasparente ad asciugatura lenta, ho timbrato sullo sfondo...

...ho  ricoperto con della polverina per embossare trasparente con dei glitter...


...tolto l'eccesso e scaldato con il mio embosser...


Ed ecco qui il risultato:


A questo punto ho creato un foro nella parte alta, aggiunto delle rondelle in metallo da ferramenta per coprire il buchino ed abbellito con un nastrino arancio in organza...


Con i punch ho ricavato delle farfalline abbinate con gli inchiostri usati ed ho abbellito la mia tag seguendo la mia fantasia, creando anche un effetto tridimensionale sovrapponendo tre punchate della farfalla più grande.



Che ne pensate? Io sono molto soddisfatta: è un lavoretto semplice, veloce e di effetto...che può diventare un segnalibro o un chiudipacco per un regalo speciale.
E a questo punto sono molto curiosa di vedere cosa realizzerete voi: scrivetemi, mostratemi le vostre tag...ne sarei davvero felice!!!
Non mi resta che salutarvi e darvi appuntamento al prossimo post!!!

A presto, Sara

6 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie Maria! Sono felicissima che ti piaccia! :*

      Elimina
  2. che carino !!!!! adoro le tags , specie quelle "pasticciate " :)
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho la fissa per le tag Roberta, ma solo ultimamente sto iniziando a sperimentare un pó e, quindi, sono ancora agli inizi...ma mi sono divertita moltissimo a fare questa! :)

      Elimina
  3. Molto interessante. Io non sono addentro alle tecniche di Scrap. Mi spieghi bene l'utilizzo delle polverine e dell'embosser?
    Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nunzia! Dunque cerco di spiegarti...innanzitutto partiamo con gli "ingredienti" che ci occorrono: un timbro che ti piace, l'embosser (che NON può essere sostituito da un normale phon per capelli), un tampone d'inchiostro ad asciugatura lenta (in modo tale che non asciughi prima che la polverina abbia aderito) e polvere per embossare (in commercio ne esistono di mille colori e marche diverse). Una volta che ti sei procurata tutto, procedi in questo modo: inchiostra il tuo timbro con il tampone, timbra su un pezzetto di carta e ricopri completamente la timbrata con la polverina. Mi raccomando, questo è un passaggio importantissimo: abbonda con la polvere perchè la timbrata deve essere ben coperta e non aver paura di sprecare la polvere, l'eccesso si recupera. Una volta ricoperta la timbrata, scuoti il foglio e fai cadere la polvere in più su un altro foglio, rimetti l'eccesso nel barattolino e batti bene sul retro della timbrata per rimuovere i residui di polverina nelle parti non timbrate. A questo punto accendi l'embosser e con movimenti circolari parti da un angolo della timbrata: quando vedi che la polverina cambia leggermente colore e si liquefà un pochino, spostati nel pezzettino di timbrata accanto...e muoviti in questo modo fino ad aver embossato tutta la timbrata. Spero di essere stata chiara...per qualsiasi dubbio...scrivimi! :)

      Elimina